Regolamento Servizio Prestiti

Regolamento del Servizio Prestiti

Articolo 1 – Utenti del servizio

1.1 Il servizio di prestito è riservato alle categorie di utenti sotto indicate:
Docenti del Polo di Pescara:
• docenti e ricercatori, tutor, lettori, collaboratori linguistici;
• docenti a contratto;
• docenti in pensione;
• titolari di assegni di ricerca, borsisti, dottorandi, iscritti a scuole di specializzazione;
Studenti e assimilati:
• studenti regolarmente iscritti all’Università degli Studi “G.d’Annunzio”- Polo di Pescara ;
• studenti ospiti nell’ambito di programmi di scambio ufficiali;
• collaboratori volontari per i quali l’accesso al servizio venga richiesto dai Docenti.
Utenti esterni:
• tutti coloro che abbiano motivato interesse a usufruire dei servizi bibliotecari dell’Ateneo. A studiosi o laureandi che afferiscono ad altre Università o enti di ricerca si richiede, per accedere al servizio, una lettera di presentazione del Relatore della tesi o della Biblioteca dell’Università o istituzione di appartenenza. L’ammissione al prestito sarà effettuata mediante apposizione del visto di accettazione del Direttore della Biblioteca.
Per i casi non previsti dal presente Regolamento, il Direttore ha la facoltà di rifarsi al Regolamento recante norme sulle biblioteche pubbliche statali, approvato con D.P.R. 05/07/1995, n. 417 e s.m.i.

Articolo 2 – Iscrizione al servizio di prestito

Per essere ammessi al servizio è necessario acquisire l’apposito tesserino, identificativo dell’utente, munito di codice a barre, rilasciato dalla biblioteca.
Il tesserino:
• è strettamente personale e deve essere usato solo dal suo titolare;
• deve essere conservato con cura e non manomesso;
• deve essere esibito in qualsiasi momento al Personale della biblioteca che ne faccia richiesta;
• per gli utenti interni è valido sino a che persistono le condizioni previste dall’art. 1;
• per gli utenti esterni ha validità annuale.
Per il rilascio del tesserino è necessario:
• esibire un documento valido di riconoscimento;
• nel caso di utenti interni, esibire la documentazione comprovante il proprio status (es. libretto universitario);
• consegnare una foto formato tessera;
• compilare il modulo di richiesta.
Gli utenti sono tenuti a comunicare tempestivamente ogni variazione dei dati forniti per ottenere il tesserino.

Articolo 3 – Servizi erogati

3.1 Consultazione-Prestito – Durata e numero di opere concesse

Il servizio svolge i seguenti orari:
Lunedì – Venerdì: 9.00 – 19.00

La consultazione si effettua in giornata, in base all’orario d’apertura del servizio e previo deposito di un documento.
Relativamente al materiale non già liberamente accessibile a scaffale aperto, è necessario compilare l’apposita scheda e consegnare un documento di riconoscimento che verrà custodito dal Personale e restituito all’atto della riconsegna dei libri. La distribuzione cessa almeno 30 minuti prima dell’orario di chiusura.
Sono escluse dal prestito le seguenti categorie di documenti:
• edizioni anteriori al 1900, rare o di pregio;
• periodici, sia in fascicoli sciolti sia rilegati;
• opere di consultazione generale, quali enciclopedie, dizionari, repertori catalografici o bibliografici, volumi di opere in continuazione;
• materiale in precario stato di conservazione; opere appartenenti a raccolte sottoposte a particolari vincoli giuridici;
• altro materiale escluso al fine di evitare limitazioni alla consultazione in sede;
• opere a fogli mobili;
• testi in programma d’esame dei quali la Biblioteca possegga una sola copia.
• opere di consultazione – sigla iniziale della collocazione CONS;
• opere della sezione Ricerca –sigla iniziale della collocazione SR;
• opere della sezione Fondi speciali;
Sono di norma esclusi dal prestito cataloghi d’arte, volumi illustrati con tavole fuori testo e cd-rom.

Articolo 4 – Prestiti

Il numero dei volumi concessi a prestito è il seguente:
Studenti e utenti esterni: 1 volume x 5 gg.
Laureandi del Polo di Pescara (è necessario richiedere e riconsegnare compilato il modulo apposito):
2 volumi x 15 gg.
Personale docente : 4 volumi x 30 gg.
Cultori, dottorandi,assegnisti (anche appartenenti ad altri Atenei), iscritti a Master e a Scuole di specializzazione: 2 volumi x 15 gg.
Gli utenti esterni sono esclusi dal prestito dei libri di testo o testi d’esame e sono ammessi alla sola consultazione in sede.

Articolo 5 – Rinnovi e prenotazioni

Il prestito può essere rinnovato al massimo 2 volte se, alla scadenza, il libro non è stato prenotato da altri utenti e il lettore non è in ritardo con la restituzione dei volumi.
Si può rinnovare il prestito recandosi all’Ufficio Prestiti o telefonando al numero 085-4537908 durante gli orari di apertura del suddetto Ufficio rispettando le seguenti fasce orarie : Lunedì – venerdì: 9.00-12.00; 14.00-18.00
Il prestito non è in alcun modo rinnovabile qualora sia stato prenotato da un altro utente.
Il personale della Biblioteca ha l’incarico di sollecitare telefonicamente la restituzione dei libri agli utenti che non abbiano rispettato la scadenza del prestito.

Articolo 6 – Penalità

Ogni documento della Biblioteca è patrimonio comune, va trattato con cura e soprattutto non sottolineato.
L’utente che ha firmato la scheda di prestito o consultazione è responsabile del materiale bibliografico preso in prestito o consultazione fino alla restituzione. È inoltre responsabile della buona conservazione del materiale bibliografico.
L’utente che smarrisca, mutili o danneggi il materiale ricevuto in prestito è tenuto a provvedere al reintegro o alla sostituzione con altro esemplare della medesima edizione o, in caso di irreperibilità, con esemplare di edizione diversa ma di pari completezza. Le sanzioni in caso di inadempienza sono le medesime previste per la mancata restituzione. È vietato cedere a terzi i volumi ricevuti in prestito.
Chi sottrae libri o altri oggetti dalla Biblioteca potrà essere sottoposto ad azione legale (D.P.R. 5/9/1967, N. 1501; Art. 95; terzo comma).
In caso di smarrimento o grave danneggiamento di un testo della Biblioteca, anche con sottolineature, note marginali, disegni o macchie, l’utente è tenuto al risarcimento del danno attraverso la rapida sostituzione, a sua cura e spese, del testo stesso.
L’utente è tenuto a presentare alla Biblioteca la denuncia presentata all’autorità competente, qualora i documenti presi in prestito gli siano stati indebitamente sottratti.
In caso di ritardo nella restituzione di un documento concesso in prestito o in consultazione, è prevista la sospensione del diritto di prestito per un periodo equivalente ai giorni di ritardo nella restituzione.

Articolo 7 – Informazione, tutela e riservatezza

Viene assicurata una continua e completa informazione sui servizi della Biblioteca Unificata (modalità di erogazione, orari ecc.) attraverso una pluralità di mezzi informativi (pagine web, opuscoli ecc.).
I dati personali e identificativi dell’utente vengano utilizzati nelle Biblioteche unicamente per la gestione dei servizi.
La disponibilità di tali dati è limitata al periodo in cui gli utenti intendano usufruire dei servizi della Biblioteca, al termine del quale verranno cancellati.
Agli utenti interni ed esterni è garantito l’accesso alle informazioni che li riguardano, in particolare a quelle relative allo stato dei prestiti in corso.

Annunci